Museo Comunale d'Arte Moderna

15 settembre - 30 ottobre 2016

Gianpaolo Brunoni
Painting

In linea con la politica culturale del Museo Comunale d’Arte Moderna, che una volta all’anno dedica una manifestazione alla valorizzazione di artisti e patrimoni locali, la mostra intende fare conoscere l’arte di Gianpaolo Brunoni – detto Bruny tra gli amici – figura tra le più popolari del Borgo di Ascona, che è facile incontrare nel suo negozio nel cuore del paese, o nella piazzetta antistante. Tuttavia, malgrado la notorietà del personaggio, è ancora sconosciuta ai più l’attività pittorica di Brunoni, sviluppata sin da giovanissimo, già dagli anni Sessanta, e mai abbandonata, coltivata con coerenza per oltre 50 anni. La mostra riunisce nelle sale di Casa Serodine una trentina di opere pittoriche dell'artista, partendo da qualche lavoro degli anni Settanta, fino a giungere alle grandi tele odierne.

“Gianpaolo Brunoni, artista metropolitano, cresciuto in un piccolo borgo di artisti internazionali, incontra l’action painting in America negli anni Sessanta, uno stile al quale rimarrà per sempre fedele, così intrinsecamente uguale a lui: creativo, anticonvenzionale, a volte consapevole buffone. Gianpaolo ordisce ragnatele di colore tra sé e la sua opera, flussi osmotici di colore, in cui si confonde o forse si perde. Tele, cartoni, sedie, mobili, scarpe, borsette, vasetti e vasellami: creatività sfrenata, tutto è arte e l’arte è forse di tutti. Colori pieni, forti come pietre preziose o come spari di pistola, fanno tutt’uno con l’emergere di forme che si fanno figure, a volte. Luccichii, la gioia naïve di Gianpaolo Brunoni che mai si placa: tutto è brillio di colori che danza davanti ai nostri occhi, come quelli dell’artista, nel mar dei Caraibi. Ed ecco che sopraggiunge un pesce!”

Mara Folini

Inaugurazione

Mercoledì 14 settembre 2016, ore 18.00

Manifesto

Sede

Casa Serodine, Piazza San Pietro, Ascona

Orari d'apertura

15 settembre - 30 ottobre 2016
Giovedì - sabato
10.00 - 12.00
14.00 - 17.00
Domenica e festivi

10.30 - 12.30
Lunedì - mercoledì

chiuso

Ingresso

Intero
CHF 5
AVS, studenti, ragazzi fino a 18 anni, gruppi min. 15 persone
ingresso gratuito
Visite guidate da parte dell’artista, in italiano per gruppi fino a 25 persone (solo su prenotazione)
CHF 150

È possibile pagare in Euro

Artisti

Note biografiche

Artista e creatore inesauribile, Gianpaolo Brunoni (1943) – detto “Bruny” – si forma da autodidatta ad Ascona, vivace e stimolante borgo frequentato da una eclettica cerchia di artisti, “in anni in cui l’arte andava forte”. Parallelamente porta a termine un tirocinio in banca e opera poi per qualche anno nel settore, presto abbandonato, tuttavia, per dedicarsi all’arte. La sua prima mostra, insieme a Pierre Pedroli, ha luogo già nel 1962, nella Casa Brunoni a Golino. Nel 1964 ottiene una borsa d’artisti ad Amburgo, per il suo genere innovativo “alla Jackson Pollock”: sin dai primi passi, infatti il giovane artista è attratto dagli smalti e sviluppa una tecnica di dripping simile a quella dell’artista americano. Sempre nel 1964 è tra gli artisti che fondano la AAA – l’Associazione Artisti Asconesi – che riunisce numerosi artisti attivi ad Ascona e nel Locarnese, e che organizza mostre nella Galleria AAA, la storica sede dell’associazione in via alla Carrà. Qui per anni Brunoni espone regolarmente alle mostre collettive e, nel 1984, tiene anche una sua monografica.

Nel 1968 apre una propria galleria in Contrada maggiore ad Ascona, battezzata “Alle 5 della sera”, che gestisce fino al 1973: un’esperienza che lo radicalizza ancora di più nell’ambiente artistico del luogo e che gli offre la possibilità di ampliare la sua vasta cerchia di amicizie. Così, durante la stagione estiva Brunoni lavora ed espone le sue opere nella propria galleria, mentre soggiorna d’inverno a Ibiza, in quegli anni altra nota sede di artisti. Per incrementare le entrate collabora anche con il noto antiquario Wladimir Rosenbaum nel settore della compravendita di antichità.

Chiusa la galleria, dal 1974 al 1976 frequenta l’Accademia di Brera a Milano, alla quale accede grazie all’interessamento personale di Italo Valenti, e studia con Domenico Purificato. Tornato ad Ascona, pur proseguendo nel suo lavoro artistico, Brunoni si lancia in una seconda attività e apre un negozio di pelletteria, dove realizza i suoi primi lavori in pelle, creando anche una propria linea di borse e valigie. Segue una seconda boutique a Crans-sur-Sierre, in Vallese, che gestisce per qualche tempo con una coppia di amici. Più tardi si concentra sulla creazione di oggetti unici, e alle borse e valigie si aggiungono sacche da golf, tavoli, vasi, caschi da moto, ecc., che Brunoni decora personalmente con colori, schizzi e colature. Un’attività multiforme che Brunoni continua con immutato entusiasmo fino a oggi, tra il negozio nel cuore di Ascona, nel frattempo estesosi in altri spazi, e il suo atelier di Golino, dove continuano a nascere le sue personalissime creazioni.

Gianpaolo Brunoni

Opere in mostra

Sulla Luna (Composizione spaziale) | 2009 | Smalto su tela | 100 x 150 cm | Proprietà dell’artista

Giardino giapponese | 2009 | Smalto su tela | 80 x 170 cm | Proprietà dell’artista

Stelle di mare (Fondali marini all’largo di Lomé, Togo) | 2015 | Smalto su tela | 120 x 200 cm | Proprietà dell’artista

Figure in un campo di grano (Senegal) | 2006 | Smalto su tela | 80 x 170 cm | Proprietà dell’artista

Groviglio di piante tropicali | 2015 | Smalto su tela e cartone | 100 x 150 cm | Proprietà dell’artista

Immagini

Eventi

Visita guidata
Casa Serodine, Piazza San Pietro, Ascona

Giovedì 29 settembre 2016, ore 17.30, Casa Serodine, Piazza San Pietro, Ascona

Visita guidata alla mostra insieme a Gianpaolo Brunoni.