Collezione

Paula Modersohn-Becker

nata a Dresda l’ 8/2/1876
deceduta il 20/11/1907 a Worpswede

Figlia dell’ingegnere civile Carl Woldemar Becker e di Mathilde von Bültzinghofen, di famiglia nobile della Turingia; nel 1888 trasloco della famiglia a Brema, dove il padre s’insedia come consigliere comunale per l’edilizia. Nel 1892 soggiorno in Inghilterra da una sorella del padre, 1893 – 1895 formazione da insegnante, in aggiunta prende lezioni private di pittura da Bernhard Wiegandt. Nell’aprile del 1895 primo incontro con lavori degli artisti di Worpswede in occasione della mostra nella Kunsthalle a Brema. Nel 1896 frequenta a Berlino la scuola di pittura e disegno dell’«Associazione delle Artiste Berlinesi», nel 1897 allieva della pittrice berlinese Jeanne Bauck. In settembre del 1898 si trasferisce a Worpswede, dove diventa allieva di Fritz Mackensen; stringe amicizia soprattutto con Clara Westhoff.
Nel 1899, la prima partecipazione a una mostra e all’inizio del 1900 primo soggiorno a Parigi; studio all’Académie Colarossi, tra l’altro da Louis Auguste Girardot. A Worpswede intrattiene contatti fra gli altri con Helene e Otto Modersohn, con il quale si sposa il 25/5/1901 – dopo la morte della moglie di costui, avvenuta l’anno precedente.
Nel 1903 soggiorna nuovamente per due mesi a Parigi; intrattiene un legame stretto con Rainer Maria Rilke e sua moglie Clara Westhoff. Dal 1903 al 1905 a Worpswede una fase di produttività intensa, durante la quale è alla ricerca di un suo stile con ritratti di bambini e autoritratti. Nel 1905 soggiorna a Parigi con Otto Modersohn ed altri amici artisti; si occupa intensamente dei lavori degli impressionisti francesi (soprattutto Paul Cézanne) nonché delle opere di Paul Gauguin. Nel 1906 temporanea separazione dal marito, soggiorno a Parigi, a fine anno riconciliazione e ritorno a Worpswede. Il 2/11/1907 nasce la figlia Mathilde. Muore a causa di un’embolia sopravvenuta dopo il parto.
© Kulturstiftung Kurt und Barbara Alten


Ragazza con oche presso uno stagno | 1901 circa | olio su cartoncino | 49.5 × 46 cm | FKBA 09