Progetto Interreg

Convegno "Futura. La libertà di donare"

nel contesto della mostra Gesto e Pensiero. La libertà di donare (23 marzo - 18 maggio 2014)

Sabato 17 maggio 2014, dalle ore 10.00, Spazio museale Palazzo Tornielli, Ameno

Che rapporto esiste tra il dono, il simbolo e l'arte contemporanea? Gli artisti attraverso la donazione delle loro opere sono in grado di dare il via ad un circuito di relazioni e di legami utili per la costruzione di un patrimonio pubblico accessibile e condiviso.

10:00
Accoglienza e saluto delle autorità
Roberto Neri, Sindaco di Ameno; Enrica Borghi, Presidente dell'Associazione Asilo Bianco

10:10
Presentazione incontro
Andrea Grotteschi, Moderatore

10:15
L'arte come percorso simbolico di autoconoscenza e autocura. L'esperienza di Carl Gustav Jung
Alessandro Zaccheo, Counselor presso il centro junghiano Delphi di Genova

10:50
Eranos: libertà del dono e reciprocità dello scambio
Riccardo Bernardini, Segretario scientifico della Fondazione Eranos di Ascona

11:25
Ascona Monte Verità. Luogo alternativo di sogni e progetti di vita individuali e collettivi
Veronica Provenzale, Museo Comunale d'Arte Moderna di Ascona

12:00
Marianne Werefkin: simbolo e segno nell'arte mistica
Mara Folini, Direttrice del Museo Comunale d'Arte Moderna di Ascona

12:40
Discussione

13:00
Aperitivo

Mostra

Gesto e Pensiero. La libertà di donare a cura di Francesca Gattoni

22 marzo 2014 - 18 maggio 2014, Spazio Museale Palazzo Tornielli, Ameno

Nell'ambito del progetto Interreg "Percorsi Contemporanei", l'associazione Asilo Bianco e il Museo Comunale d'Arte Moderna di Ascona presentano la mostra Gesto e pensiero. La libertà di donare a cura di Francesca Gattoni.

Il tema della mostra si ispira alle teorie di Marcel Mauss che definisce il dono come "fatto sociale totale": lo scambio di beni è uno dei modi più comuni e universali per creare relazioni umane, implicando una forte componente di libertà. Ascona è fortemente legata alla figura dell'artista Marianne Werefkin, Ameno ad Antonio Calderara, artisti che hanno donato la propria arte e il proprio vissuto a questi luoghi, che sono così diventati centri propositivi di arte e di cultura contemporanea. La mostra parte da opere storiche ma si riallaccia al contemporaneo, proprio per evidenziare questo rapporto di continuità che dal passato arriva fino ai giorni nostri. Niele Toroni, artista ticinese, e Ferruccio Ascari sono il punto di snodo di questo passaggio per arrivare fino a giovani artisti italiani e svizzeri che si stanno affacciando sul mondo contemporaneo. Francesca Ferreri, Alessandro Fabbris, Alia Scalvini, Gosia Turzeniecka, Collectif Indigène, Nina Haab, Anna Masdea sono gli artisti che al Tornielli dialogheranno con i grandi artisti delle collezioni di Ascona e della Fondazione Calderara e che sono stati invitati a riflettere sulla tematica del dono: ognuno di loro lascerà un segno concreto del proprio passaggio ad Ameno.

Per il periodo della mostra, saranno inoltre programmati incontri e conferenze di approfondimento, in collaborazione con il Museo di Ascona, la Fondazione Eranos e il centro Monte Verità di Ascona.

Inaugurazione sabato 22 marzo 2014, ore 18.00

Aperto dal 23 marzo al 18 maggio 2014, dal giovedì alla domenica - dalle 15 alle 18.30
Ingresso libero

Vai al sito del
Museo Castello
San Materno