Esposizioni passate

Carl Weidemeyer 1882-1976

Tra modernismo e Bauhaus

2 marzo – 12 maggio 2019

In omaggio ai 100 anni dalla nascita del Bauhaus, il Museo Castello San Materno dedica una mostra a uno dei suoi rappresentanti, l’architetto tedesco Carl Weidemeyer, che ha lasciato al Borgo di Ascona il Teatro San Materno, unico esempio rimasto di teatro Bauhaus in Svizzera.

Dal 1995 il Comune di Ascona detiene un nutrito fondo di documenti e di opere dell’artista di Brema, e intende con questa mostra valorizzarne l’attività di pittore, disegnatore e architetto. Nel complesso passaggio tra Otto e Novecento Weidemeyer ha saputo incarnare in modo originale lo spirito modernista e innovativo dell’epoca, in una sintesi tra naturalismo e astrazione.


Anlässlich des 100 Jahre Bauhaus Jubiläums widmet das Museo Castello San Materno einem seiner Vertreter eine Ausstellung, dem deutschen Architekten Carl Weidemeyer, welcher der Gemeinde Ascona das Teatro San Materno hinterlassen hat, einziges verbleibendes Beispiel eines Bauhaus Theaters in der Schweiz.

Seit 1995 besitzt die Gemeinde Ascona einen wichtigen Bestand an Dokumenten und Werken des Bremer Künstlers und möchte mit dieser Ausstellung seine Tätigkeit als Maler, Zeichner und Architekten würdigen. Im komplexen Übergang zwischen dem 19. und dem 20. Jahrhundert wusste Weidemeyer auf originelle Weise den modernen und innovativen Zeitgeist zu verkörpern, in einer Synthese zwischen Naturalismus und Abstraktion.

Marianne Werefkin e Anna Iduna Zehnder

Un'amicizia al femminile

11 ottobre - 30 dicembre 2018

La mostra, basata su una selezione di opere della Fondazione Marianne Werefkin e della Collezione del Comune di Ascona, intende ricordare l’amicizia che ha legato le due artiste ad Ascona, dove entrambe hanno trascorso molti anni della loro vita.

Max Liebermann

Pioniere dell'impressionismo tedesco

9 giugno - 30 settembre 2018

Il Museo Castello San Materno dedica quest’anno la sua terza mostra temporanea a Max Liebermann (1847-1935), il maggiore esponente dell’impressionismo tedesco, ripercorrendo attraverso dipinti, disegni, acquerelli e pastelli la sua evoluzione artistica, dalle prime rappresentazioni dedicate all’ambiente operaio e contadino fino a quelle finali del suo giardino sul Wannsee, passando attraverso una scelta di quelle opere consacrate alle attività ricreative della borghesia.

Marianne Werefkin

ospite al Castello

3 marzo - 27 maggio 2018

Mostra temporanea con una selezione di opere della Fondazione Marianne Werefkin.

Marianne Werefkin

ospite al Castello

26 ottobre - 30 dicembre 2017

Mostra temporanea con una selezione di opere della Fondazione Marianne Werefkin.

Da Lovis Corinth a Alexej Jawlensky

La figura umana nell'arte moderna

17 giugno - 15 ottobre 2017

In mostra si trovano opere di Lovis Corinth, Otto Dix, Erich Heckel, Karl Hofer, Ernst Ludwig Kirchner, Otto Mueller, Emil Nolde, Hans Purrmann, Christian Rohlfs, Hans Thuar e Alexej Jawlensky.
L’esposizione fa luce sulla rappresentazione della figura umana nella prima metà del ventesimo secolo, passando dall' autoritratto dell’artista al suo confrontarsi con la fugacità dell’esistenza umana , dallo sguardo sul corpo nudo in atelier e nella natura alla rappresentazione quasi astratta del volto, privo di qualsiasi individualità.

Giorgio Morandi

Forme, colori, spazio, luce

20 maggio - 18 settembre 2016

La prima mostra temporanea che si inaugura negli spazi del Museo Castello San Materno di Ascona, nasce da un progetto della Fondazione per la cultura Kurt e Barbara Alten di Soletta, in collaborazione con il Morat-Institut für Kunst und Kunstwissenschaft di Freiburg. Essa omaggia l'artista con con una scelta non usuale di incisioni e soprattutto di disegni che dialogano con tre splendidi oli e un acquerello.

Vai al sito del
Museo Comunale
d'Arte Moderna